Meno sale? Scopriamo come limitarne il consumo con l’aiuto delle spezie e delle erbe aromatiche

meno sale più spezieSecondo quanto stimato dall’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN) ogni individuo non dovrebbe assumere più di 5 grammi di sale al giorno, eppure una buona parte degli italiani ne assume circa il doppio. Ciò accade nonostante sia ormai noto a tutti che un eccesso di sodio nell’alimentazione sia spesso causa di diversi problemi di salute ma anche estetici, come l’ipertensione arteriosa, il sovraccarico renale e la tanto odiata ritenzione idrica. Tutte buone ragioni, insomma, per ridurne il consumo e imparare a sostituirlo a tavola.

Le spezie come valida alternativa al sale da cucina

Il modo più semplice per mangiare sano senza rinunciare al gusto è sostituire almeno in parte il sale con le spezie. Ma quali sono quelle più indicate? Scopriamolo insieme.
Tra le spezie più adatte a sostituire il sale in cucina spicca senz’altro l’origano essiccato, ottimo per esaltare il sapore del pesce, già di per sé abbastanza sapido, e delle marinate. Se impiegato invece per insaporire la carne, l’origano secco è ottimo per ridurre (e non eliminare del tutto) il sale da cucina. Un’altra validissima alternativa al sale è una miscela di spezie essiccate o in polvere a base di cumino, origano, paprika dolce, peperoncino e pepe di cayenna. Infine sono ottimi sostituti del sale anche il pepe nero e la curcuma.

Erbe aromatiche e altri alimenti per sostituire il sale in cucina

Basilico, cerfoglio, coriandolo, menta, salvia, timo e alloro sono solo alcune delle erbe aromatiche utilizzabili per insaporire le pietanze a basso contenuto di sodio. Altri alimenti molto utili per sostituire il sale sono l’aglio, il limone e il sedano scuro dal quale, una volta essiccato, si ottiene il sale di sedano, un condimento semplicissimo da realizzare che consente di cucinare piatti saporiti senza la benché minima aggiunta di sale da cucina. Scopri qui come prepararlo.

Sale iposodico iodato in sostituzione del sale da cucina

Il sale iposodico iodato, da utilizzare in sostituzione del comune sale da cucina, per preparazioni a crudo e in cottura, è indicato per il trattamento dietetico dell’ipertensione arteriosa e altre condizioni mediche richiedenti una considerevole riduzione dell’apporto alimentare di sodio. Tuttavia, pur trattandosi di un prodotto presente in tutti i supermercati, è buona regola utilizzarlo sotto controllo medico, soprattutto per chi soffre di insufficienza renale.

Ora che sapete come ridurre il consumo di sale da cucina non vi resta che cominciare a farlo, a prescindere dai problemi di salute.

Annunci

Autore: Milena Usai

Curiosa per natura, chiacchierona per diletto, web writer per lavoro e mamma di un meraviglioso bambino. Dopo 7 anni di "onorata carriera", soprattutto come ghost writer per blog e testate online di salute e benessere, ho deciso di aprire un sito web sullo stesso tema per condividere le conoscenze acquisite e proporre in modo semplice e spesso ironico uno stile di vita orientato al benessere. Qualcos'altro? Ah sì, sono un’appassionata di viaggi e una grandissima amante dei dolci, ma la mia Sardegna e il gateau di mandorle vincono sempre a mani basse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...